La Prostatite Causa l’eiaculazione Precoce? Si MA….

Scroll this

Nell’articolo di oggi parleremo di prostati e eiauculazione precoce e vedremo…

Se c’è una correlazione…

E se risolvere il problema alla radice con un supporto medico risolverà anche il tuo problema di eiauculazione precoce.

Scopala Tutto il Tempo che Vuoi!
Da Oggi Puoi Decidere TU Quando Venire!​​​​

Scarica ORA il Mio Report Gratuito e Impara le mie Tecniche Segrete!

Ti devo avvisare di una cosa però: visto l’argomento trattato nell’articolo di oggi dovrò, necessariamente, essere un pò noioso.

Purtroppo è la natura di questo articolo che lo richiede.

Se tu non vuoi i dettagli quindi e ti fidi ciecamente di quello che scrivo e della soluzione che propongo quindi puoi andare direttamente in fondo all’articolo.

Viceversa, quello che ti invito caldamente a fare è leggere con attenzione tutto questo articolo e farti una tua idea. Ti menzionerò moltissime fonti interessanti se tu senti di avere un problema concomitante di prostatite ed eiaculazione precoce e, quindi, ti prometto che, il tuo tempo, non sarà sprecato.

Prima di partire però voglio farti un regalo.

Si tratta di un Report Gratuito che ho preparato per te che ti insegna a muovere i primi passi all’interno di un metodo pratico basato su esercizi per durare di più.

Clicca Subito qui e Scarica il Report Gratuito per durare quanto vuoi tu

Ora, tu potresti giustamente farti una domanda a questo punto, una domanda molto legittima, e cioè…

“Scusa ma se io ho un problema di prostatite e la mia eiaculazione preoce è causata da esso cosa me ne faccio di esercizi per durare di più a letto?”

Questa è una domanda, come dicevo, assolutamente legittima…

Però…

Se ti do la risposta adesso, ti “spoilero” il finale e, di conseguenza, ti tolgo ogni incentivo a leggere questo articolo.

E visto che ritengo sinceramente che sia una ottimo articolo e che ti darà modo di farti una tua idea da un punto di vista puramente scientifico del problema, ti invito a leggere questo articolo con attenzione.

Se poi, ritieni che un sistema di allenamento ti possa serviere, il link è ancora lì.

Ma preferisco lasciarti libero di farti una tua idea in base alle informazioni che ho raccolto per te.

Ora, prima di andare al sodo, lascia che risponda ad un altra domanda più che legittima che tu potresti avere, e cioè…

“Scusa e tu chi saresti per parlarmi dal punto di vista scientifico di prostatite ed eiaculazione precoce?”

Fammi partire con un importante premessa.

NON sono assolutamente nessuno per farlo in quanto non sono un Dottore che tratta questo tipo di problema.

L’unica cosa che ho fatto è quello che avresti potuto fare tu stesso.

E cioè due cose.

La prima è raccogliere articoli di Dottori, fra quelli che ho ritenuto più completi ed educativi fra quelli che ho trovato, in modo da proporteli ed evitarti il lavoro di ricerca se non vuoi farlo.

La seconda è ricercare per te studi scientifici di modo che tu non abbia solo l’opinione del Dottore che ti propone un determinato trattamento o percorso di cura ma anche un punto di vista più “panoramico” e imparziale, come quello che dovrebbe caratterizzare lo studio.

In ogni caso, se quello di cui parliamo oggi in questo articolo è per te importante, ti sprono assolutamente a non fermarti alle informazioni che trovi in questo articolo ma di assumerti la responsabilità del problema e fare la tua stessa riceca.

Quindi… perchè lo faccio? Essendo che non sono un Dottore?

Semplice.

Sono Gio di Lorenzo e gestisco il sito su cui ti trovi, dove aiuto moltissimi uomini a combattere i loro problemi di eiculazione precoce.

Oltre a questo sito gestisco dio del sesso, il più grande sito di educazione sessuale in Italia, ed il suo canale Youtube.

Inoltre sono un insegnante di seduzione.

Ti dico tutto questo per dirti due cose.

La prima è che, nonostante le mie aree di expertise siano particolari, sono un insegnante e non un “internet marketer” come di solito trovi su questi siti.

La seconda è che, per i settori in cui lavoro, devo farmi una cultura su certi argomenti, anche se toccano le mie aree di insegnamento solo lateralmente.

In ogni caso, lasciamelo precisare nuovamente, non sono un dottore: quindi prendi tutto quello che trovi in questo articolo come riferimenti e/o opinioni ma, a fine giornata, è mio dovere indirizzarti verso il medico di competenza per ogni problematica di carattere medico.

Bene… procediamo e rispondiamo ad una domanda importante ai fini di questo articolo…

Stanco di Venire Prima di Lei?
Smettila di Lasciarla Insoddisfatta,

Impara Subito a Durare Tutto il Tempo che Vuoi!

La prostatite causa l’eiaculazione preococe?

La risposta breve a questa domanda è si.

Infatti se leggi questi due articoli di carattere medico (qui e qui) vedrai che c’è una correlazione fra prostatite ed eiaculazione precoce.

Fra l’altro, se tu pensi di essere affetto dal problema, ti consiglio di leggerli in quanto sono di certo un primo passo per farti un minimo di cultura generale su questo argomento.

Se leggi invece quanto scritto a questo link, dove un dottore risponde alla domanda di un paziente…

Inizierai a notare una cosa interessante.

E cioè che, curare la prostatite, può aiutare qualora parliamo di eiaculazione precoce secondaria (cioè non insorta sin dai primi rapporti)

In casi di primaria invece, cioè laddove tu il problema ce lo avevi già prima di un eventuale prostatite, curare la prostatite non farà probabilmente molto.

Con questo non sto dicendo ovviamente che tu dovresti lasciare una prostatite non curata.

Sto semplicemente dicendo che, se il problema era antecedente, trattare la prostatite molto probabilmente non aiuterà le tue prestazioni a letto.

Prima di passare alla prossima domanda, che per te potrebbe essere pressante, ti lascio qui il link ad un ulteriore articolo di un andrologo e urologo che può ampliare la tua conscenza generale di questioni di questo tipo, qualora tu lo voglia consultare.

Passiamo quindi alla domanda che, molto probabilmente hai in testa cioè…

“Ok, ma se io ce l’avessi… la prostatite si può curare?”

Come puoi vedere qui e qui la risposta a questa domanda è si.

Quindi questa è la buona notizia.

La cattiva notizia è che il risultato dei trattamenti non è immediato, come puoi vedere qui.

Parliamo in pratica di un periodo che potrebbe andare dai 3 ai 6 mesi di trattamento.

In ogni caso prendi questi numeri con le pinze: l’unica persona che può dirti quanto tempo ci vorrà nel tuo caso è il dottore che sceglierai come tuo medico curante.

Ti dico questo solo per dirti che, qualora curare la prostatite ti aiuti a risolvere i tuoi problemi di eiculazione precoce l’effetto della cura non sarà comunque immediato.

Ora, se sei stato attento, potresti aver notato che ho usato la parola “qualora”…

Quindi lascia che risponda alla prossima domanda che probabilmente hai in mente.

Curare la prostatite curerà il mio problema di eiaculazione precoce?

Premetto ancora che non sono un dottore ma, da quello che ci dicono gli studi che ho trovato per te, la risposta è incerta.

Per prima cosa abbiamo capito che, nel caso tu inizi a soffrire di eiauculazione precoce in concomitanza con l’eiaculazione precoce…

Stiamo parlando di un’eiculazione precoce acquisita.

Ora, se parli inglese, c’è uno studio disponibile che ci dice che questo tipo di eiaculazione precoce può essere trattato con successo, e tu puoi consultarlo qui.

Ora purtroppo parlare semplicemente di eiculazione precoce acquisita è un pò troppo generico per gli scopi di questo articolo.

Per fortuna c’è un altro studio (sempre in inglese), che puoi consultare qui, che ci mostra come, per la maggior parte dei pazienti, il trattamento della prostatite abbia portato benefici anche nel farli durare di più.

Sembra confortante no?

Si ma ci sono 3 ma…

Primo ma: il trattamento richiede comunque tempo (non che questo non sia vero se utilizzi un sistema di allenamento come il mio per inciso).

Secondo ma: non abbiamo certezza che tu sia fra la maggioranza di persone che rispondono bene al trattamento, durando di più

Terzo ma: non abbiamo certezza del fatto che, se tu rispondi bene al trattamento, questo … in ogni caso… ti porterà a durare a sufficienza per farla godere.

Quindi…

I Tuoi Tempi Sono da Record?!

Impara a Usare il Freno, Goderti il Giro...

e Far Godere Anche Lei!!

Cosa tisuggerisco per chiudere il cerchio

Abbiamo visto come trattare la prostatite possa portarti dei benefici in termini di durata.

Ma abbiamo visto come non c’è certezza che, il risultato finale, sia comunque sufficiente al fine ultimo di far godere la tua o le tue partners.

Di conseguenza il mio consiglio per te è il seguente.

Se ti sei preso la briga di leggere questo articolo è evidente che sospetti di avere una prostatite.

Quindi fai subito gli accertamenti, esponi il tuo caso, facendo riferimento anche al problema di eiaculazione precoce, al medico di cui decidi di avvelerti.

Al tempo stesso ti consiglio di seguire un programma di allenamento finalizzato a migliorare le tue performances di durata congiuntamente al tuo percorso col medico.

“Cosa significa allenare la mia durata?”

Il modo in cui lo spiego ai miei studenti è molto semplice. Possiamo vedere la durata a letto come una performance sportiva.

Allenando diversi parametri migliorerà la nostra performance in generale.

Se ti interessa approfondire i parametri che puoi allenare per durare di più a letto, ho scritto un articolo molto completo in merito, e tu puoi trovarlo qui.

Se invece vuoi fare il primo step pratico per iniziare ad allenare la tua durata…

Clicca Subito qui e Scarica il Report Gratuito per durare quanto vuoi tu

Bene, per oggi è tutto.

A presto,

Gio

P.s. in questo articolo ti ho suggerito di consultarti con un medico e, ovviamente, di fargli presente il tuo problema di durata a letto. E’ bene che ti avvisi anche di un altra cosa.

Se parli al tuo medico di esercizi per durare di più molto probabilmente farà una risata o ti guarderà in modo strano dicendoti che sono sciocchezze.

Non è compito mio dirti a chi credere. Ma è compito tuo deciderlo.

Tieni solo presente che, pur non facendolo con cattiveria, i medici sono addestrati a ragionare in una certa maniera che spesso li porta a vedere come stupidaggini cose che non appartengono al loro protocollo.

Ad esempio io ho un problema di dermatite. Ogni qual volta sono andato da un dermatologo la loro soluzione è sempre la stessa. Una crema contenente basse dosi di sterodi. Ogni qual volta gli ho parlato del fatto che volevo modificare la mia alimentazione mi hanno guardato come si guarda un credulone.

Al tempo stesso posso dirti che, oggi, a lungo termine, la mia esperienza mi dice che mangiare in un certo modo è per me più efficace che qualsiasi crema con steroidi all’interno.

Ho fatto questo inciso perchè so che potresti trovarti in una situazione simile ma, a fine giornata, io posso solo darti le informazioni.

Sta a te decidere cosa farne.

Se quanto ho scritto ha senso per te prenota una visita, e Clicca Subito qui e Scarica il Report Gratuito per durare quanto vuoi tu

Vuoi Durare di Più a Letto?

x